Cerca nel sito:
<<< Torna indietro

MICHELINA-commedia con musiche

di Edoardo Erba
con Maria Amelia Monti,Franco Castellano e Giampiero Ingrassia
regia di Alessandro Benvenuti
TEATRO STABILE DI FIRENZE

Siamo nel 1948. In Lomellina Arturo Bonavia, uno sgangherato cantante che gira le balere di terz’ordine, ritrovandosi

senza soubrette, assume immediatamente la bella mondina Michelina. La donna  canta sguaiatamente, si muove male,

ma ha il fisico giusto, e Arturo, con comico cinismo, le insegna a stare sul palcoscenico. In Vaticano hanno urgenza di

proclamare santa suor Ercolina Corbella. Ma per fare un santo ci vogliono tre miracoli, e della suora se ne trovano a

stento due. Il cardinal Dorigo un miracolo ce l’avrebbe: l’ha chiesto e ottenuto per il fratello una mondina lombarda

(Michelina). Sarebbe perfetto se non fosse per un dettaglio: benché compaesana di suor Ercolina, la donna non ha

invocato lei ma un'altra santa. Pur di velocizzare il processo, Dorigo decide di andare di persona in Lomellina a vedere

se è possibile ottenere un piccolo ritocco a questa versione. La libertà di Michelina, la sua disarmante ingenuità,

l’ignoranza, la franchezza e l’umorismo involontario, la rendono irresistibile per chiunque, ma specialmente per il cardinal

Dorigo, che tutto si aspettava tranne che la donna graziata fosse una soubrette del varietà. I due ben presto

s'innamorano. La reazione della gerarchia è immediata e pesante.. Ma quando di mezzo c’è una santa e c’è l’amore,

i miracoli diventano possibili...